La conoscenza della lingua inglese nel settore lavorativo rappresenta un requisito ormai indispensabile per accedere al mondo del business sia in territorio nazionale, sia straniero.

Se storicamente parlare inglese era retaggio di pochi e denotava un certo livello di cultura, recentemente conoscere l’inglese nel settore lavorativo rappresenta una competenza imprescindibile richiesta ai candidati e di fondamentale importanza nella scelta di un profilo professionale.

 

Lo svolgimento di numerose attività richiede un buon livello di conoscenza della lingua che permetta di sostenere conversazioni fluenti ed esprimersi nella scrittura in maniera corretta, ma alcuni lavori necessitano di un livello avanzato, settoriale e tecnico, che si apprende con lo studio e l’esperienza sul campo. Saper parlare inglese offre un ventaglio di possibilità maggiori perché apre un gran numero di porte al mondo del lavoro, sia in Italia che all’estero.

L’inglese è la lingua ufficiale del commercio, delle comunicazioni multimediali, della scienza, della cultura, dell’arte e della musica, nonché la lingua più diffusa a livello globale, sia come lingua madre, sia come seconda lingua.

Non possedere un buon livello di conoscenza della lingua inglese preclude molte possibilità nel settore lavorativo ma anche personale, perché limita le potenziali esperienze e concorre a mantenere la distanza con il mondo virtuale il quale, con ragione o meno, fa parte della nostra vita quotidiana e professionale.

Che ci piaccia o no, possedere un buon livello di lingua inglese è di fondamentale importanza e rimandare il suo apprendimento è solo questione di tempo, perché prima o poi ne verrà richiesta la conoscenza.